CORSO PER TECNICO PASTAIO

CASTALIMENTI – Brescia – dal 17 al 21 gennaio 2011

Un corso volto a formare la figura professionale del Tecnico Pastaio, sia sotto l’aspetto della produzione della pasta fresca che per quanto concerne la gestione e l’avvio del pastificio stesso. E’ un corso tecnico-pratico in cui vengono spiegate tutte le tecniche e le regole per la produzione di pasta e per conservarla perfettamente. Il laboratorio tradizionale ed innovativo. La scelta dei macchinari. La scelta delle merci. Il grano e Farine. Quali farine scegliere. Alcune farine alternative per gli impasti. I tipi di impasti. Impasti all’uovo e impasti speciali. Paste al taglio e paste ripiene. Paste formate a mano e paste formate meccanicamente. La tecnica per un buon ripieno. Strategie di marketing e di vendita. Il Food cost ottimizzato. Elementi di Microbiologia. Risoluzione dei problemi in produzione. Pasta al dettaglio e all’ingrosso. La shelf life ottimale. Lo stoccaggio. L’HACCP. I virtual franchising.

Docente : Raimondo Mendolia

http://www.castalimenti.it/contenuti.asp/c_2126/corso/-corso-base-per-tecnico-pastaio.html

2 thoughts on “CORSO PER TECNICO PASTAIO

  1. Buon giorno Maestro sono forse il primo che ha dei dubbi:
    Oggi abbiamo sperimentato la pasta per lasagne e tutto era perfetto.
    Solo che dopo abbiamo fatto la prduzione per tagliolini,seguendo questo ricettario riportato nel materiale diddatico consegnato a noi,con:
    Farina 00 60%
    Semola di grano duro 40%
    gr 350 di uova
    gr 100 di aqua
    facendo l´impasto riportato per 20kg di farina.
    Ho avuto un impasto tropo bagnato e impossibile lavorarlo.
    Ho fatto una figuraccia quindi vorrei rimediare subito,ho bisogno del suo consiglio urgente
    Prima lavoravo 1kg di semola e 4 uova con l´aggiunta di acqua,e l´impasto andava bene.
    Chiedo il consiglio del mio Maestro perché lo sbaglio dipende sicuramente da me.

    • Buongiorno , l’umidità , come spiegato al corso è differente per ogni tipo di macchinario che per il tipo di farine o semola utilizzate . Minimo 33% per macchine ad estrusione , dal 36 al 39% per macchine con gramola , 42% per macchine sfogliatrici piccole da banco , 50% per impasto manuale e al mattarello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...